5 miti sul fitness sfatati!

Quando si tratta di fitness e palestre la mitologia abbonda, pertanto oggi sfateremo 5 miti del fitness:

1. Lo sport è per i professionisti.
Questa idea si applica solo nel caso degli sport a livello agonistico. Le qualità richieste da un professionista dello sport devono essere sviluppate nel tempo, ma praticare lo sport è fattibile da chiunque abbia un fisico in forma purché l’idea non sia quella di esagerare facendo le cose a livello agonistico.
Tutto dunque sta nell’allenarsi con cognizione di causa, in modo da divertirsi e non soffrire o prendere l’allenamento come un lavoro, che rischia di stancare.

2. Allenarsi stanca.
L’idea è vera fintanto che ci si riferisce a consumare l’energia che si ha in corpo, ma non vuol dire che l’allenamento ti fa ritrovare in uno stato tale da rallentare il normale recupero dell’organismo. Anche nello sport a livello agonistico ogni allenamento è volto a consumare le energie del corpo, ma ad un livello tale che l’organismo possa recuperarle e rendersi più forte. Per questo è importante la periodizzazione in ogni programma d’allenamento.

3. Allenarsi richiede molto tempo.
Anche in questo caso l’affermazione è vera se dovete partecipare alle olimpiadi, non se volete mettervi in forma. L’allenamento deve essere sì costante nel tempo, ma ogni singola sessione non richiede troppo.
Si possono fare allenamenti da 20 a 60 minuti ed ottenere dei risultati. Risultati diversi, ma attenzione non nel senso che se ci si allena 20 minuti si hanno risultati peggiori che ci si allena 60 minuti.
Ogni tipologia di allenamento è volta a migliorare un determinato aspetto del corpo, per questo il tempo richiesto varia e, fintanto che il programma generale è buono, non importa se ci si allena 20 o 60 minuti, basta appunto rispettare il programma e aspettarsi dei risultati in linea allo scopo del training.

4. Ogni tipo di esercizio è adatto a risolvere i tuoi problemi:
questo non è vero. Ogni persona ha una ragione diversa per fare sport, al di là del semplice restare in forma.
Se si fanno pesi, ad esempio, ci sono dei programmi che si concetrano sulla resistenza ed altri sulla forza. Si può allenare maggiormente la coordinazione o semplicemente giocare con altre persone e divertirsi.
Ogni bravo sportivo ha dei motivi e un obiettivo finale diversi in mente quando si va ad allenare, e lo stesso vale per chiunque. Si identifica ciò che si vuole e ci si impegna per ottenerlo.

5. Se si è anziani non bisogna fare esercizi:
anche superati i 65 anni si può fare sport. Logicamente il corpo avrà dei limiti, ma comunque può essere sottoposto ad allenamento e migliorare. I tempi di recupero sono un po’ più lunghi, così come è più veloce la decadenza quando si prende una pausa dall’allenamento.
Ma, ad esempio, allenarsi una volta diventati anziani aiuta a stare ben e anche a prevenire diverse malattie.
L’importante è fare le cose con cognizione di causa, divertirsi e farsi seguire da un professionista.

Iscriviti alla Newsletter e ricevi contenuti esclusivi

privacy