Lavorare da casa seriamente, qual è il segreto?

Moltissime persone vorrebbero lavorare da casa: mamme, impiegati frustrati e meno frustrati, persone che vorrebbero godere di più libertà, disabili che fanno fisicamente fatica ad uscire di casa ma vogliono comunque lavorare e diversi altri casi che è inutile elencare.
Dato che le persone sono tante ci sono anche molti annunci di lavoro che assolutamente mancano di serietà, o sono truffe, o sono compiti che non possono portare alcuna rendita effettiva (roba da 1€ l’ora, guadagnereste di più a chiedere i soldi in giro!). Ma tanti vogliono un lavoro da casa serio, cosa fare allora? Qual è il segreto di chi già lo fa?
Io sono un lavoratore da casa, poiché il mio lavoro si svolge effettivamente da casa mia, e siccome sono anni che lo faccio posso raccontarvi la verità sul lavoro da casa (e non sto cercando di vendervi nulla, per adesso, tranquilli).

Lavorare da casa è possibile

Eliminiamo per prima cosa ogni dubbio: lavorare da casa e guadagnare è possibile. Io forse non ne sono la prova migliore, perché non lavoro solo da casa, ma ci sono tanti, Italiani e non, che hanno l’ufficio in casa. Fanno molti tipi di lavori, che variano moltissimo, dal dentista allo sviluppatore di siti web.

Le difficoltà di chi lavora da casa

Lavorare da casa non è una vita tutta rosa e fiori. Chi lavora da casa tende a vedere poco la luce del sole, deve programmarsi le uscite, e se non sta attento rischia di lavorare anche per tutta la giornata.
Nel lavoro tradizionale infatti finite le 8 ore si torna a casa, quando si lavora da casa invece si è spesso tentati di continuare e così si rischia di sprecare tutta la giornata dietro un lavoro.
Questo vuol dire anche che si mette in gioco la salute, per questo dovete, mandatorio, iscrivervi e praticare qualche sport (palestra, nuoto, corso), e farlo sempre senza saltare nemmeno una lezione.
Scordatevi infine di avere garanzie come malattia, assicurazioni, ecc. a meno che non provvediate personalmente. Se un giorno state male e vi fate male, e non potete lavorare, nessuno vi pagherà. Chi lavora da casa, lavora davvero.

Chi lavora da casa è indipendente

Un bel lavoro da dipendente da fare mentre si è a casa? Scordatevelo! Se lavorate da casa i clienti dovete cercarveli voi, il lavoro dovete andarlo a trovare voi stessi. Questo vuol dire guardare gli annunci, uscire di casa, fare amicizie (networking tecnicamente parlando) e pagare le tasse, che in Italia non sono poche.
Nel momento in cui decidete di lavorare da casa diventate un vera e proprio libero professionista, non ci sono altri modi per definirvi.
Anche per i lavori più semplici, come quelli di confezionamento per esempio, siete pur sempre dei liberi professionisti infatti nessuno vi tratterà mai come un dipendente e dovrete sempre essere voi a cercare nuovi clienti e soprattutto a migliorarvi.

Per quanto possiate lavorare seriamente, la gente penserà che non fate nulla

Il riconoscimento sociale è molto importante per noi esseri umani. Chi lavora da casa però, tranne per poche professioni accreditate da un albo, non viene mai considerato al 100% come un vero lavoratore, specie se lavorate con il computer. Molti penseranno, o lasceranno intendere che pensano di voi, che passate la giornata chiusi in casa a non fare nulla.
Voi, e i vostri clienti, sapete che non è vero ma questo vuol dire che passerete agli occhi degli altri con lo stigma del fannullone (!!!), e sarete considerati dei disoccupati che non vanno nemmeno alla ricerca di lavoro. Eliminare questo stigma sarà difficilissimo e spesso preferirete soprassedere sul luogo dove svolgete la vostra professione.

Come lavorare da casa e avere successo

Adesso che avete visto i lati negativi del lavoro da casa e giunta l’ora di vedere come superarli per avere successo.

1. Offri qualcosa agli altri: per lavorare da casa dovete essere in possesso di un’abilità che gli altri non hanno, e che è possibile fare dalla vostra casa. La lista di possibilità è praticamente infinita: estetica, scrittura articoli, consulenze legali, ecc. sta a voi capire cosa avete che agli altri interessa, e che è possibile offrire.

2. Non lasciare il tuo lavoro attuale: anche se il tuo lavoro attuale non ti piace, non lo lasciare. Piuttosto stringi i denti e risparmia, perché ciò che guadagni adesso potrai reinvestirlo nella tua nuova attività. Potrai lasciare il lavoro che hai solo quando avrai abbastanza clienti per sopravvivere decentemente e dei soldi da parte per assicurarti in caso di malattie o infortuni o carenza di clienti.

3. Studia sempre e tieniti aggiornato: chi lavora da casa non può permettersi di restare indietro. Deve sempre aggiornarsi alle ultime novità, e non c’è nessuno che gli dice come farlo, quando farlo e che gli paga questo aggiornamento. Sta solo ed esclusivamente a voi provvedere.

4. Crea una rete di collaboratori: oltre che nuovi clienti vi serviranno anche dei collaboratori, che intervengano quando un cliente vi chiede di spaziare in un determinato compito oppure vi serve qualcuno che faccia lavori più semplici al posto vostro. Tra i collaboratori inserirei anche avvocato e commercialista di fiducia, che ogni lavoratore da casa deve avere per sopravvivere alle angherie legali e fiscali.

5. Tieniti pronto a lavorare seriamente: il tuo successo dipende esclusivamente da te. Non esistono scorciatoie o altro, i guadagni arrivano solo se ti da da fare, ed il mercato è molto spietato, specie in questa economia. Solo impegnandoti al massimo otterrai dei risultati. Le persone sottovalutano molto il grado di preparazione e impegno necessario per lavorare da casa e sperare di sopravvivere.

6. Considera la possibilità di assicurarti: quando le entrate diventano consistenti è una buona pratica farsi un’assicurazione sanitaria e una professionale. La prima serve a coprirvi se vi ammalate, la seconda serve a coprirvi se fate un danno mentre lavorate e ne siete responsabili.

7. Partecipa ad eventi vari della città: molti vantano clienti esteri, che sono ottimi, ma gran parte degli affari si fanno localmente. Questo vuol dire che per trovare clienti dovrai trovare lo spazio, e la forza, di accettare quasi tutti gli inviti dei tuoi amici anche agli eventi più improbabili, e frequentare presentazioni di libri, spettacoli, e tutte le varie occasioni sociali che la città offre. Il passaparola e il faccia a faccia è infatti il primo modo per trovare clienti.

8. Preparati alla solitudine: trovati i clienti nelle varie occasioni sociali potranno arrivare facilmente periodi di solitudine, se fai un lavoro che non richiede il contatto diretto con le persone. Non tutti resistono a questi periodi di solitudine, poiché sono più socievoli. Se non ce la fai si vede che lavorare da casa non fa per te, e non c’è niente di male.

9. Creati uno spazio esclusivo per lavorare: il posto dove esegui i lavori dovrebbe essere a parte rispetto al posto dove vivi. Non tutti hanno una casa tanto grande, per questo devi cercare di ottimizzare lo spazio.

10. Conti separati: il conto delle spese di casa e quello delle spese di business devono essere separati, per non creare confusione. Saper gestire le spese sarà molto più difficile quando lavorerai da casa.

Conclusione

Alcuni di voi speravano di trovare in questo articolo, forse, un lavoro o un’idea per un lavoro da fare a casa. Ma la verità è che se volete lavorare da casa seriamente, cioè costantemente e con la possibilità di guadagnare in maniera rispettabile, dovrete impegnarvi tantissimo e soprattutto avere qualcosa da offrire agli altri. Ci sarebbe molto altro da dire sul lavoro da casa, ma lo spazio è poco. Se volete dei consigli lasciate pure una risposta nei commenti, e se volete una risposta personale potete scrivermi ad info@comecambiarevita.net

Iscriviti alla Newsletter e ricevi contenuti esclusivi

privacy